BRONI. L’Uro spon­tanea­mente già bran­diva il bas­tone dis­posto a sos­ti­tuire il tito­lare quando, ad una man­ci­ata di sec­ondi dall’inizio della gara, Tam­burop­u­los arriva appena in tempo con tanto di fedora e i vikinghi iniziano a cantare.
La gara ha inizio e la mod­esta Caru­gate, gal­va­niz­zata dal tutto esaurito dell’infermeria bronese, parte bene e ci tiene testa per cinque minuti, poi iniziamo a pren­dere le dis­tanze chi­u­dendo 16 a 12 il primo quarto.
Il sec­ondo inter­me­dio vede la rimonta delle milanesi gra­zie ad una tripla di Robustelli, Broni però risale ancora fino ad un ras­si­cu­rante +9 finendo il tempo 31 a 22. Ricominciamo con le avver­sarie che si riavvic­i­nano di nuovo, ma una tripla di D’Amico e poi di Pul­virenti le ten­gono lon­tane. Il terzo quarto si chi­ude 39 a 33, segno che la battagli non è ancora finita. L’ultimo quarto infatti è dram­matico: Broni aspetta ben 7 minuti prima di seg­nare di nuovo e Caru­gate ne approf­itta azzerando lo svan­tag­gio.
D’Amico esce per 5 falli, Caru­gate segna un libero su due e si porta a +1. Puopolo chiede un Time out e subito dopo Berna mette una tripla che ci porta a +2. Le caru­gatesi pareg­giano e poi com­met­tono fallo su Bic­occa che non ne approf­itta e sbaglia entrambi i liberi. Siamo 50 pari a 12 sec­ondi dalla fine del match. Altro time out, sta­volta chiam­ato dal nos­tro coach Cossu.
Palla alle avver­sarie che non riescono a seg­nare e si va quindi all’extra time.
Gli ultimi 5 minuti si gio­cano punto a punto. Sta­volta è Broni ad avere la palla a 12 sec­ondi dallo scadere. Fallo su Bru­sadin che mette due liberi su due. Time out di Broni quando man­cano 3,2 sec­ondi e la palla è di Carugate. Siamo a +2, è quasi fatta ma la ten­sione è altissima. Mav­er­ick si agita in panchina dimen­ti­cando per un momento di vestire il ruolo di diri­gente e Mon­tiz, che cam­mina ner­voso in cima agli spalti, è a ris­chio infarto. Parte Caru­gate ma non riesce nem­meno a tirare e com­mette fallo su Bic­occa che seg­n­erà un libero! 60 a 57 per le nos­tre ragazze! E’ finita con il sol­lievo di tutti…
Cer­ta­mente tanta sof­ferenza, ma questa vit­to­ria era impor­tante per il morale della truppa dec­i­mata dagli infor­tuni. Inoltre va riconosci­uto l’impegno di Minati, Putig­nano, Pul­virenti e Berna in par­ti­co­lare (lei e Brusa hanno duet­tato molto bene in certi tratti di gara…): queste ragazze hanno dimostrato che non sono qui per far numero ma per dare il loro con­trib­uto, con­tin­u­ate così!!
Il dopo gara, come pre­an­nun­ci­ato, vede impeg­nati la squadra e i Viking nella con­sueta cinghialata dello Scer­iffo in quel di Scor­zo­letta, nella Trat­to­ria del Sig. Salvi.
Sec­chi­ate di vino nos­trano, piog­gia di ravi­oli e vago­nate di polenta e suino sel­vatico, in fondo una battaglia anche questa. Durante la man­giata, i com­men­sali hanno pro­posto di votare una mozione di sfidu­cia nei con­fronti di Mr. Tam­burine che ha comu­ni­cato all’ultimo sec­ondo che non ci avrebbe fatto com­pag­nia!! BUUUUUUUU!!!

Ragazzi la prossima è in terra aretina, sarà dura ma, noi si sa, NON MOLLIAMO MAI!!!!