CIBO PER IL CUORE

Siamo sec­ondi… siamo sec­ondi dietro ad una squadra che ha perso solo tre gare in questa sta­gione, com­posta da gio­ca­trici di espe­rienza, assol­date per arrivare in cima. E ci sono arrivate. Ma noi le abbi­amo rin­corse fino all’ultimo sec­ondo e solo per un sof­fio non le abbi­amo acci­uf­fate. Si esce quindi a testa alta da questo tor­neo con la con­vinzione di aver dato il massimo… Il dopopar­tita ha rap­p­re­sen­tato la sin­tesi di una sta­gione emozio­nante e coin­vol­gente con il team e i numerosi vikinghi a brindare alla BUTA di Seni­gal­lia fino all’alba, dando spet­ta­colo (e violando qualche “tabù”…). E’ stato bel­lis­simo sen­tire le fan­ci­ulle intonare tutti i cori vikinghi, segno del loro atta­ca­mento a questi col­ori!
E adesso è il momento dei ringrazi­a­menti.
Gra­zie di tutto a Lady Giada, Cyborg Ge, Obice Borghi, Kikka (che alla fine è rius­cita ad esserci), Cap­i­tan Brusa (che ha dichiarato di avere un cuore bian­coverde!), Vivi, Bella Viga (che si è sal­vata dallo strip tease per un pelo!), Giu­lia, Fra e Fanta Pel­le­grino (che com­mossa ha più volte affer­mato di essere “di Broni”). Gra­zie al coach Cossu che a fine gara si è avvi­c­i­nato alla curva dicendo “mi dispi­ace” e questo gli fa onore e dimostra quanto ci ha tenuto. Gra­zie ai diri­genti a propos­ito dei quali si vuol lan­ciare un mes­sag­gio alla soci­età: diret­tori sportivi che seguono la gara conci­tati e con gli occhi lucidi non se ne trovano ad ogni angolo, teneteveli stretti, affi­dat­evi a loro e non sbaglierete!!! Infine gra­zie a noi Vikinghi, a quelli che si son fatti 1500 km in tre giorni, anche da soli, per inseguire un sogno e gra­zie a quelli che a Seni­gal­lia han messo le tende per star vicino alle fan­ci­ulle fino alla fine. Ma la fine è anche un inizio e per i veri Viking questo è un nuovo inizio, di una nuova avventura…di un nuovo e grande sogno bian­coverde!!
Visi scon­volti dalla felic­ità, rigati di lacrime, abbracci infiniti pro­fusi a sconosciuti, brac­cia alzate e grida di gioia. Un’ over­dose di emozioni e un nodo in gola che sem­bra dover restare per sem­pre. Questo è sport, questa è pas­sione vera. Tutto ciò ha un senso, tutto ciò è cibo per l’anima… cibo per il cuore che non smet­ter­emo mai di cer­care per­ché i Vikinghi hanno ancora tanta, tan­tis­sima fame…

“Certe Notti…”

Gra­zie a tutte e a tutti!!!