Sacro animo bronese”

Posted: 7th novembre 2011 by VIKING BRONI 1991 in Viking Broni
Tags: , , , ,

Sarà stata la gior­nata piovosa che invi­tava a stare sotto le cop­erte, saranno stati i primi malanni di sta­gione, ma vin­cere con­tro Lodi negli ultimi minuti ha fatto notare che la testa era da un’altra parte e non al Brera… ANIMO BRONI!

VIKING BRONI voto 8 : “…il ritmo coin­cide con il bat­tito del nos­tro cuore, come quando incon­tri una per­sona, di cui per ragioni mis­te­riose, non puoi più fare a meno. Non si può che seguire una per­sona che si accorda col tuo cuore”. Le ugole d’oro vikinghe (con qualche assenza di troppo) non rius­cendo a sveg­liare del tutto le ragazze in campo, risveg­liano invece il sacro animo bronese del Vikingo Ser­gio che fa la sua apparizione al Brera per il boato di approvazione della curva (ecco il punto in più). Le prove per la doppia trasferta son finite… ora arriva il bello. Tutti a bordo della Drakkar e via verso nuove con­quiste. SOGNATORI AMBIZIOSI MAI DOMI!

BALLARDINI (voto 6+): inizia la par­tita ricevendo spalle a cane­stro come un clas­sico centro…nel primo tempo dis­pensa qualche pal­lone notev­ole poi gestisce con qualche briv­ido difen­sivo… PLAYVOT!

ZAMELLI (voto 6,5): il primo quarto è offen­si­va­mente spumeg­giante. Attacca ogni spazio las­ci­ato dalla difesa e spara dalla lunga non appena ha un cm in più di lib­ertà… pian piano la piog­gia bagna anche le sue polveri e lei sag­gia­mente si accon­tenta del com­pitino senza forzare troppo. SOLDATINA IN PERMESSO!

BORGHI (voto 7+): doves­simo girarci un film sarebbe la pro­tag­o­nista di un clas­sico: “The Box Return”. Fes­teggia il ritorno in quin­tetto con 5 punti in fila. Il Trot­tolino vogherese ha voglia di farsi trovare pronta su ogni pal­lone; la grinta è la solita ma la fac­cia è quella delle buone ser­ate e la mano sem­bra tor­nata quella dello scorso anno. Caru­gate è avvisata. ARABA FENICE!

BRUSADIN (voto 6): il cap­i­tano c’è ma non si vede come al solito. Sarà il clima che imper­versa nel Nord Italia a con­ta­gia­rla con un po’ di “brutto tempo ces­tis­tico”. Corre e si sbatte, capisce il momento di piog­gia ma sforna un rag­gio di sole degno di nota (cane­stro e fallo dan­zando sulle punte in post basso). L’arcobaleno arriverà presto lo sap­pi­amo. METEOROPATICA!

MOLINARI (MVP) (voto 7,5): Clinic di tiro dalla media per palati fini. Forte pre­senza in mezzo alle due aree. Tiene le sue com­pagne in par­tita nei momenti chi­ave in attacco e tappa qualche falla in difesa. Questa ver­sione “Home Edi­tion” servirà anche nelle prossime due trasferte. DIGA!

BICOCCA (voto 6): sem­bra un po’ persa come quando tocca rior­dinare la cam­era dopo qualche set­ti­mana di caos totale… ogni tanto nel pescare trovi quello che cer­chi… serve più ordine ma in queste par­tite basta anche la nor­male ammin­is­trazione. ORDINATAMENTE DISTRATTA!

CANFORA (voto 7): ci mette un po’ a trovare la quad­ratura del cer­chio. Nel sec­ondo tempo infila due bombe in un amen che spez­zano la par­tita come i grissini col tonno Rio Mare. La qual­ità di Lodi non sarà certo “pinne gialle” ma per come si era messa la par­tita è tutta manna dal cielo. JOLLY!

MINATI (voto 6): in panchina scal­pita… la grinta non manca mai… morde le cav­iglie dell’avversaria e in attacco si guadagna qualche viag­gio in lunetta. Lit­iga col ferro ma la cosa impor­tante è che sem­bra che i guai fisici siano alle spalle. In recu­pero. Ben­tor­nata Leonessa. NON APRITE QUELLA GABBIA!

BESAGNI (voto 6): il coach, forte della prestazione di Moli­nari, le con­cede pochi minuti e a lei tocca quindi un ruolo mar­ginale ma di buona qual­ità. A Caru­gate servirà tutta la forza del Totem per portare a casa i due punti. MOSCA (nella Sambuca)!

CARU’ (voto 7): Bar­bara d’Urso a Pomerig­gio Cinque manda in onda l’audio dell’intercettazione alla base della squal­i­fica arrivata dopo la par­tita con­tro Cre­mona: “Due Cat­tivoni così non li ho mai visti” . Lei si prende quindi la domenica di riposo in attesa di rifarsi su Caru­gate. ASSENTE GIUSTIFICATA!

FASSINA (voto 6,5): bene per i due punti, per tutto il resto c’è Fassina… salta, ges­ti­cola, sbraita… il ballo di Fassina ora­mai a Broni è famoso come il Lasarat o la torta San Con­tardo. Nell’intervallo lo avvisano che la prossima set­ti­mana nes­suno com­pirà gli anni e lui, uomo di squadra, pur di poter sgra­noc­chiare qual­cosa in allena­mento, si fa sanzionare con un bel tec­nico che sa tanto di salato e dolce. AFFAMATO!

PELLEGRINO (voto 7): sugli spalti com­pare una fac­cia già vista in quel di Broni… la Cal­abroLig­ure­OltrepadanaVeneziana Pel­le­grino torna al Brera a tifare per le sue vec­chie com­pagne di avven­tura… ritorno in vista? Sem­plice visita di corte­sia? L’esselunga di Marghera fa cagare? Per la serie “A volte ritor­nano”, wel­come back home #14. TURISTA PER CASO!

6°giornata di andata: BRONI-LODI 67–60 ; Crema-Cantù 63–40 ; Vittuone-Albino 66–63 ; Villasanta-Carugate 58–62 ; Usmate-Pontevico 55–43 ; Valmadrera-Cremona 66–58 ; Costamasnaga-Bergamo 80–68

Clas­si­fica: BRONI 12, Costa­mas­naga 12, Crema 12, Val­madr­era 12, Cre­mona 8, Caru­gate 6, Usmate 6, Albino 4, Vil­las­anta 4, Pon­te­vico 2, Berg­amo 2, Cantù 2, Vit­tuone 2, Lodi 0